#AgilePgM: Agile Programme Management – Parte 11 – La fase di Benefits Management

La fase di Benefits Management di Agile Programme Management si attiva quando sono stati definiti i benefici da ottenere tramite le capability e serve per assicurarsi che i benefici vengano realizzati quanto prima e come previsto nel programma. Il ciclo di vita dei benefici è:

  • Programme Fasibility: i benfici sono definiti e prioritizzati.
  • Programme Foundations: i benfici sono revisionati e messi in baseline.
  • Capability Evolution: i benefici realizzati.
  • Tranche Review: i benefici revisionati ed eventualmente modificati, considerando il concetto di agilità.
  • Programme Cose: i benefici vengono revisionati e, se alcuni saranno realizzati dopo la chiusura del programma, si pianifica la gestione futura dei benefici.

dt920512dhc0_benefits

 Obiettivi della fase di Benefits Management

L’obiettivo della fase di Benefits Management in Agile Programme Management è gestire completamente i benefici e il loro ciclo di vita durante le varie fasi del programma. Che siano identificati, messi in priorità, rifiniti, monitorati e misurati correttamente. E quindi che sia gestito anche il monitoraggio futuro dei benefici. Ovviamente questo è possibile solo se le capability sono state attivate correttamente e i Business Change Owner hanno il commitment (impegno) sul programma per le loro aree specifiche.

Cosa considerare nella fase di Benefits Management

 

Come specificato nella prima parte dell’Handbook (manuale) Agile Programme Management, in generale, non vuole ridefinire da zero tutta la gestione di un Programma, ma vuole essere usato in combinazione con altri framework e metodologie per conferire agilità ai programmi. Non a caso, per il Benefits Management (Gestione dei Benefici) non specifica un nuovo metodo o una nuova metodologia per gestione dei benefici. Pertanto è possibile utilizzare una qualasiasi metodologia a riguardo. E’ però importante utilizzare una metodologia che si possa adattare ai concetti di agilità per il rispetto delle tempistiche brevi e utilizzando questa fase come interfaccia alla metodologia, e utilizzare quanto prima degli indicatori per comprendere se sono stati gestiti correttamente i benefici e pianificare – anche dopo la fine del programma – l’opportuna gestione per i benefici futuri.

Copyright

DSDM®, Atern® e Agile Programme Management™ sono marchi registrati da Dynamic Systems Development Method Limited.

This entry was posted in Agile Programme Management and tagged , , , by Simone Onofri. Bookmark the permalink.

About Simone Onofri

Sono un Senior IT Security Consultant e Project Manager con più di 13 anni di esperienza in ambito IT. Lavoro principalmente su progetti di Penetration Test/Ethical Hacking e Digital Investigation/Incident Response. Sono inoltre un Director del DSDM® Consortium.Sono inoltre impegnato in associazioni e gruppi sul Web e Sicurezza come ICAA, ISECOM, IWA, OWASP, UNI, UNINFO, W3C e WASC.Sono APMG Accredited Trainer per PRINCE2, Trained LEGO® Serious Play® Facilitator, PRINCE2® Practitioner, Agile Project Management® Practitioner (DSDM), Facilitation Practitioner, Certified ScrumMaster, ITIL®v3 Service Operations, ISO27001 Practitioner. Ho inoltre qualifiche su COBIT5® e P3O®.