La tecnica MoSCoW: evitare lo scope creep con il Principio di Archimede in DSDM e PRINCE2

La tecnica MoSCoW puo’ essere utilizzata per controllare i cambiamenti nell’ambito di un progetto. Il cambiamento incontrollato genera il fenomeno “scope creep“. I cambiamenti in un progetto sono inevitabili e in Agile è importante “Rispondere al cambiamento più che seguire un piano”. La tecnica MoSCoW  è la risposta per “Accogliere i cambiamenti nei requisiti, anche a stadi avanzati dello sviluppo”, in maniera controllata.

1417.strip

La tecnica MoSCoW permette di classificare i requisiti come Must have, Should have, Could have o Won’t have. i Must have sono i requisiti garantiti, gli Should importanti, i Could have desiderati e sono la contigenza, i Won’t have sono invece qui requisiti esclusi in questo momento.

La tecnica MoSCoW e il Principio di Archimede per evitare lo Scope Creep.

moscow-must-should-could-wont-regola-di-archimedeUn cambiamento nell’Ambito può consistere quindi nell’aggiunta o nella rimozione di requisiti e pertanto:

  • In caso di rimozione di un requisito, questo può essere inserito da i Won’t have
  • In caso di aggiunta di un requisito, questo può essere classificato come Must have, Could have o Should have a patto di modificare la priorità tanti requisiti già presenti con lo stesso effort del requisito da aggiungere, tenendo sempre in mente la regola del 60:20:20.

Come il Principio di Archimede afferma che  “ogni corpo immerso in un fluido riceve una spinta verticale dal basso verso l’alto, uguale per intensità al peso del fluido spostato”, ogni requisito inserito nella lista dei requisiti spinge tra i Won’t una quantità di requisiti pari alla stima necessaria per quel requisito.

Lo Scope Creep e PRINCE2®

Gestire i cambiamenti all’ambito è uno  dei compiti più ardui per un Project Manager. PRINCE2® pone massima attenzione al fenomeno dello scope creep secondo il principio “focalizzazione sul prodotto”. Questo si concretizza ne:

  • La tecnica della Pianificazione basata sul prodotto, che permette di creare una baseline sulla quale identificare le modifiche.
  • Il processo Controllo di una fase (CS), che ha tra i suoi scopi il monitoraggio e il controllo dei cambiamenti

Infine e non a caso PRINCE2® consiglia l’utilizzo della tecnica MoSCoW per gestire le tolleranze dell’Ambito e le Richieste di Cambiamento.

Risorse e riferimenti

Copyright

PRINCE2®, ITIL®, M_o_R® sono marchi registrati della AXELOS Limited.
DSDM®, Atern® e Agile Project Management™ sono marchi registrati da Dynamic Systems Development Method Limited
BABOK®, Business Analysis Body of Knowledge®, IIBA® e International Institute of Business Analysis® e sono marchi registrati registrati dall’International Institute of Business Analysis®
ISACA® è un marchio registrato dell’Information Systems Audit and Control Association
COBIT® è un marchio registrato dell’Information Systems Audit and Control Association e dell’IT. Governance Institute.
ScrumAlliance® è un marchio registrato dalla Scrum Alliance

This entry was posted in AgilePM, Atern, DSDM, PRINCE2, Tecniche and tagged , , , , , , , by Simone Onofri. Bookmark the permalink.

About Simone Onofri

Sono un Senior IT Security Consultant e Project Manager con più di 13 anni di esperienza in ambito IT. Lavoro principalmente su progetti di Penetration Test/Ethical Hacking e Digital Investigation/Incident Response. Sono inoltre un Director del DSDM® Consortium.Sono inoltre impegnato in associazioni e gruppi sul Web e Sicurezza come ICAA, ISECOM, IWA, OWASP, UNI, UNINFO, W3C e WASC.Sono APMG Accredited Trainer per PRINCE2, Trained LEGO® Serious Play® Facilitator, PRINCE2® Practitioner, Agile Project Management® Practitioner (DSDM), Facilitation Practitioner, Certified ScrumMaster, ITIL®v3 Service Operations, ISO27001 Practitioner. Ho inoltre qualifiche su COBIT5® e P3O®.