#DSDM: Perchè utilizzare i Workshop facilitati

Da sempre il DSDM Consortium riconosce l’importanza dell’utilizzo di tecniche di facilitazione all’interno delle organizzazioni. Agile dà molta importanza alle persone più che ai processi. Il fattore umano è infatti un elemento critico per il successo di un progetto e spesso la causa del suo fallimento.
dilbert_facilitation Continue reading

#DSDM: il Cono di Incertezza nella stima dei progetti Agili

Una delle più grandi sfide della gestione progetti – sia agili che non – è la stima. Vengono chieste stime diversi motivi: prima dell’inizio del progetto per capire se è il caso di intraprenderlo, durante le varie fasi per capire se è il caso di continuarlo e così via. In generale nella vita, e non solo nel lavoro, facciamo spesso stime e ci affidiamo a queste per fare delle scelte, anche se sappiamo che non saranno affidabili al 100%. Pertanto ogni stima deve essere fatta con un’obiettivo specifico e dobbiamo sempre riconoscerne il limite.

dt130831_estimate Continue reading

#Team Building: La dimensione di un team di #progetto, qual è ottimale?

Quanto deve essere la dimensione di un team di gestione di un progetto? Quando devono essere gli sviluppatori per singolo team? Qual è la dimensione ottimale in Scrum? Quale in DSDM®? Lo sport ci insegna che il numero è variabile: nel calcio le squadre sono composte da 11 giocatori, nel rugby 15, 13 o 7, nella pallavolo in campo sono 6. Ma in un team di progetto? Parlando con Steve Messenger del DSDM® Consortium, una delle cose che più mi ha fatto riflettere è che per lui in italiano è normale tradurre “Team” in “Squadra”, mentre in ambito Gestione Progetti siamo soliti lasciare la parola “Team” in inglese.

Continue reading

#Timeboxing: l’approccio Agile al tempo di un prodotto o di un progetto

Il Timeboxing è una tecnica per la gestione del tempo. Consiste nel trasformare la variabile “tempo” in una costante, si definiscono periodi relativamente brevi di tempo per ottenere un determinato obiettivo. Quando finisce il tempo stabilito il lavoro si ferma anche se non sono stati raggiunti gli obiettivi, ad esempio il rilascio di alcuni prodotti e si fa un analisi di come si è svolto il lavoro per identificare cosa migliorare e cosa potenziare (nel pratico, una retrospettiva). Il Timeboxing ha molte implicazioni e benefici.Da definizione una Timebox è un periodo di tempo prefissato per il raggiungimento di un obiettivo.

84511.strip_.sunday_dilbert_timebox_1

Continue reading

#Timeboxing: come funziona in #DSDM e #Agile Project Management

Il Timeboxing consiste in un breve periodo di tempo prefissato nel quale si stabiliscono degli obiettivi di consegna. E’ una delle 5 tecniche chiave di DSDM®. DSDM® prevede una Timebox a formato libero oppure una  ben definita. Al suo interno si svolge lo sviluppo incrementale ed iterativo. Si utilizza insieme alla tecnica MoSCoW permette di rispettare il principio “Deliver on time“.

dt951012dhc0_dilbert_timebox

Continue reading

PRINCE2 Agile: Perchè #PRINCE2 è #Agile #pmot

Molte parole sono state spese per dire se PRINCE2 sia Agile o meno. Uno dei metodi tipicamente utilizzati per dimostrare che un framework o un metodo è agile è quello di paragonare i principi del metodo con i valori del manifesto e quindi con i principi sottostanti. Quindi ecco la dimostrazione che PRINCE2 è Agile tramite l’analisi dei principi.

20724_strip_prince2_agile
Continue reading

Agile: cos’è Agile?

Agile nasce della necessità di un’alternativa ai processi “pesanti” di sviluppo software, basati su documentazione e pianificazione massiva, con lo scopo di scoprire modi migliori di creare software. A distanza di anni possiamo anche considerare Agile maturo tale da essere anche applicato a contesti non IT e quindi possiamo parlare non solo di software ma di soluzioni.

1791.strip_agile

Continue reading

La tecnica MoSCoW: requisiti di progetto e Workaround

La tecnica MoSCoW è una delle tecniche più utilizzate in Agile Project Management® e DSDM® per assegnare le priorità ai requisiti di un progetto, di una timebox, di una interazione o di un incremento. Quando si usa la tecnica MoSCoW è importante che i ruoli di Business identifichino le priorità correttamente per avere un prodotto di successo.
1629.strip.sunday

Continue reading

I Princìpi secondo Stephen Covey

Spesso sentiamo parlare di Princìpi. Stephen Covey, nel suo libro “La leadership centrata sui principi” li definisce come fondamentali sia nel lavoro sia nella vita privata. Quando applichiamo una Best Practice, un framwork o vogliamo essere Agili spesso si fa riferimento a dei Principi. PRINCE2® ha 7 Princìpi, DSDM® e Agile Project Management™ hanno 8 Princìpi, il Manifesto per lo Sviluppo Agile di Software si basa su 12 Princìpi, Open Kanban ne ha 5, COBIT®5 ne ha 5 e li troviamo anche in M_o_R®. Ma cosa sono esattamente questi Princìpi? Quali sono le loro caratteristiche?
12407.strip

Agile: Sviluppo Iterativo e Sviluppo Incrementale in DSDM e Agile Project Management

Lo sviluppo iterativo è una tecnica di sviluppo, utilizzata in una timebox nella quale viene sviluppato un prodotto. Ogni iterazione è auto-consistente e comprende le attività di analisi, progettazione, implementazione e test. Ogni iterazione può aggiungere parti al prodotto (Sviluppo Iterativo) oppure raffina il prodotto (Sviluppo Incrementale). E’ quindi chiamato sviluppo iterativo, incrementale e/o evolutivo. Si basa sul feedback ottenuto nell’iterazione precedente per migliorare le iterazioni successive.

Continue reading