#PRINCE2 – Introduzione ai Processi – Parte 5 – Chiusura di un Progetto

In un progetto PRINCE2 quando ci si avvicina in maniera regolare alla fine dell’ultima fase di consegna si attiva il processo di Chiusura di un Progetto (CP). Il processo di Chiusura di un Progetto può anche essere attivato dal Comitato di Progetto se il progetto non ha più un Business Case valido, ed è quindi più conveniente chiudere il progetto prematuramente che continuarne l’esecuzione.

dilbert_closing_whole_company_not_only_project Continue reading

#PRINCE2 – Introduzione ai Processi – Parte 4 – Controllo di Fase e Gestione della Consegna dei Prodotti

Al termine del processo di Inizio di un Progetto viene attivata per la prima volta il processo di Gestione dei Limiti di Fase. Durante questo processo viene redatto il Piano di Fase della Prima Fase di Consegna che comporta l’attivazione di diversi processi in parallelo. Anzitutto la Gestione di Fase, – dove il Project Manager svolge buona parte del suo lavoro – e la Gestione delala Consegna dei Prodotti  – dove il Team Manager si rapporta con il Project Manager, che si occupa della consegna dei prodotti specialistici.

dilbert_controlling_stage_and_unuseful_meetings_use_highlight_report

Continue reading

#PRINCE2: Introduzione ai Processi – Parte 3 – Inizio di un Progetto e Gestione dei Limiti di Fase

Dopo che il Comitato di Progetto ha dato la sua autorizzazione all’inizio del progetto (nel processo di Direzione di un Progetto), viene attivato il processo di Inizio di un Progetto, che getta le fondamenta per il controllo del progetto e attiva, prima delle fasi di consegna, il processo di Gestione dei Limiti di Fase. La Gestione del Limiti di Fase permette di valutare le performance della fase terminata e richiede l’autorizzazione a procedere. Viene anche attivato in caso di eccezione.

dilbert_management_by_exception

Continue reading

#PRINCE2: Introduzione ai Processi – Parte 2 – Direzione di un Progetto

Una volta che è stato redatto il Project Brief  viene attivano un processo particolarmente importante in PRINCE2, quello di Direzione di un Progetto. All’interno della Direzione di un Progetto avvengono – prima del progetto e per tutta la sua durata – i momenti decisionali chiave e di alto livello relativi alla vita stessa del progetto. Il processo procede pertanto al livello di Direzione del Progetto – come dal nome – contemporaneamente allo svolgimento degli altri processi ai livelli inferiori di Gestione e di Consegna.

dilbert_directing_prince2_project Continue reading

#PRINCE2: Introduzione ai Processi – Parte 1 – L’Avvio di un Progetto

I Processi sono uno dei quattro elementi di PRINCE2®. Nella versione del 2009 PRINCE2® si compone di 7 processi che si attivano, nell’ordine di Avvio di un Progetto (SU – Starting up a Project), Direzione di un Progetto (Directing a Project – DP), Inizio di un Progetto (Initiating a Project – IP), Gestione dei Limiti di Fase (Managing a Stage Boundary – SB), Controllo di Fase (Controlling a Stage – CS), Gestione della Consegna dei Prodotti (Managing Product Delivery  – MP), Chiusura di un Progetto (Closing a Project – CP).

prince2_processes_startup Continue reading

PRINCE2: Lo scopo della tematica del #cambiamento in #PRINCE2 e #Agile

La tematica del cambiamento è una delle sette tematiche in PRINCE2. Il suo scopo è quello di gestire (individuare, valutare e controllare) i cambiamenti. I cambiamenti da gestire sono quelli relativi ad un qualsiasi elemento sotto il controllo del progetto e quindi sia ad un prodotto di progetto (es. una componente software in un progetto di Sviluppo IT) che ad un prodotto di gestione (es. il Piano di Progetto o i requisiti). Il cambiamento è un fatto di vita inevitabile e in un contesto di progetto è molto probabile data la grande incertezza legata all’introduzione di un cambiamento nel Business as Usual.

dt960803dhc0_dilbert_change

Continue reading

#PRINCE2: La tecnica della pianificazione basata sul prodotto e Agile

La tecnica della pianificazione basata sul prodotto è una delle due tecniche presente in PRINCE2. Anche se PRINCE2 non tratta di tecniche specialistiche – in quanto metodo generico per la gestione progetti che demanda le tecniche al contesto specifico (es. ci sono tecniche per la stima di progetti software che possono essere diverse da quelle per la costruzione di un edificio). Le uniche due tecniche descritte all’interno del manuale sono pensate per rispondere al principio di “Focalizzazione sui prodotti“. Facilitando l’accettazione del prodotto con la Tecnica di verifica della qualità di PRINCE2 e la sua definizione, appunto con la Tecnica di pianificazione basata sul prodotto, che fa parte dell’approccio ai piani di PRINCE2.

dt150321_product_4steps

Continue reading

#DSDM: il Cono di Incertezza nella stima dei progetti Agili

Una delle più grandi sfide della gestione progetti – sia agili che non – è la stima. Vengono chieste stime diversi motivi: prima dell’inizio del progetto per capire se è il caso di intraprenderlo, durante le varie fasi per capire se è il caso di continuarlo e così via. In generale nella vita, e non solo nel lavoro, facciamo spesso stime e ci affidiamo a queste per fare delle scelte, anche se sappiamo che non saranno affidabili al 100%. Pertanto ogni stima deve essere fatta con un’obiettivo specifico e dobbiamo sempre riconoscerne il limite.

dt130831_estimate Continue reading

#PRINCE2: L’agilità di PRINCE2 e il Piano per l’eccezione

La tematica dei Piani in PRINCE2 è necessaria per garantire il controllo del progetto e, considerando che PRINCE2 è Agile, in caso di problemi tali da non poter più garantire il raggiungimento degli obiettivi di tempo, costi, ambito, qualità, benefici o rischi è possibile attivare un Piano per l’eccezione, cioè quanto non è più possibile rispettare le tolleranze di una determinata fase o quelle del progetto.

dt010710_piano_eccezione

Continue reading

#PRINCE2: i livelli di piano raccomandati da PRINCE2

Uno degli obiettivi della tematica dei Piani in PRINCE2 è quello di facilitare la comunicazione e il  controllo. Questo obiettivo si ottiene in diversi modi. Uno di questi è strutturare i piani e la pianificazioni su differenti livelli così da fornire ai differenti livelli di gestione un piano utile e leggibile secondo quello che deve essere valutato a quel livello (comunicazione) e strutturare così una serie di deleghe e tolleranze sui differenti livelli per facilitarne il controllo.

dt150113_livelli_di_piano

Continue reading